Miglior forno a legna da esterno: la guida alla scelta

La scelta del miglior forno a legna da esterno è fondamentale per il pizzaiolo domestico che vuole fare un salto di qualità rispetto al forno della cucina.

Questo strumento di cottura può infatti consentire non solo di sfornare pizze migliori (cotte ad alte temperature rispettando le tradizioni e i profumi del legno), ma anche di sfruttare al massimo gli spazi all’aperto che abbiamo a disposizione in giardino o in terrazzo.

 

È infatti possibile scegliere tra vari tipi di forni a legna da esterno e in ogni diversa situazione ci sarà bisogno di considerare vari aspetti. I principali, che possono avere diversa importanza a seconda dei casi riguardano senz’altro le dimensioni del forno (per chi ha limiti di spazio) e la comodità di spostamento, nel caso dei forni mobili.

 

Un altro fattore che può orientare la scelta è lo stile che vogliamo dare ai nostri spazi esterni, ad esempio scegliendo un forno tradizionale in refrattario per un ambiente rustico oppure un forno a legna di design in acciaio per una cucina esterna più moderna e funzionale.

In questo articolo vogliamo quindi proporre una guida alla scelta del forno a legna da esterno, approfondendo i diversi parametri che la influenzano e cercando di chiarire i diversi aspetti da considerare per trovare la soluzione migliore per ciascun caso.

Inizieremo riassumendo i vantaggi del cucinare all’aperto, che riguardano i minori vincoli di spazio e di installazione dei forni, oltre alla possibilità di intrattenere gli ospiti anche con il nostro show cooking.

Entrando poi nel cuore del discorso, vedremo come scegliere il miglior forno a legna da esterno parlando dei diversi aspetti da considerare, che riguardano sia le prestazioni di cottura che la comodità di utilizzo, oltre che le dimensioni, il design e il budget.

Concluderemo infine con alcuni consigli per sfruttare al massimo gli spazi esterni grazie ai forni a legna Alfa, degli strumenti dalle prestazioni professionali che possono consentirvi di trasformare gli spazi esterni di casa in una piccola pizzeria.

 

I vantaggi del forno a legna all’esterno

Iniziamo riassumendo brevemente gli aspetti positivi del cucinare all’aperto.

Nel nostro blog abbiamo già avuto modo di parlare dei vantaggi della cucina esterna, in particolare elencando dieci motivi per acquistare un forno a legna da esterno.

Possiamo riassumere i vantaggi principali della cucina esterna in tre punti, che sono:

  • Minori problemi di spazio
  • Minori vincoli di installazione
  • Show cooking

Vediamo brevemente in cosa consistono i tre vantaggi elencati.

 

 

Minori problemi di spazio

Il primo grande vantaggio di cucinare all’aperto sta nel fatto che di solito c’è molto più spazio a disposizione. Per questo motivo infatti anche le vecchie case di campagna che hanno il forno a legna nella cucina interna hanno spesso un secondo forno a legna all’aperto, proprio per sfruttare l’ampio spazio disponibile in giardino.

Il forno a legna tradizionale è una soluzione fissa sicuramente valida per cucinare all’aperto, ma ci impone l’impiego di spazio in modo permanente. Per avere una totale libertà di movimento si consiglia infatti di scegliere un forno a legna mobile, uno strumento estremamente comodo poiché è facile da spostare grazie alla base dotata di ruote.

I forni da esterno mobili Alfa nascono grazie alla tecnologia Forninoxtm che consiste nella realizzazione della volta del forno con una cupola di acciaio inossidabile che si unisce alla platea in pietra refrattaria. 

Oltre a migliorare estremamente l’efficienza termica, questa tecnologia permette una grande riduzione del peso dello strumento di cottura, un fattore che ha reso possibile lo sviluppo delle basi mobili per consentire uno spostamento facile e un utilizzo versatile del forno. Il forno a legna mobile ci consente di cambiare la disposizione degli elementi necessari alla nostra serata, ovvero il tavolo con le sedie, eventuali altri tavoli per appoggiare le bevande o gli stuzzichini per l’aperitivo, il piano di lavoro del pizzaiolo e lo strumento di cottura.  Potendo posizionare i vari elementi liberamente di volta in volta, con un forno a legna da esterno con le ruote possiamo trovare la soluzione migliore per i nostri spazi, in modo da riuscire a sfornare le nostre pizze in modo più comodo possibile.

 

 

Minori vincoli installazione

Il secondo vantaggio del cucinare all’aperto sta nel fatto che si riducono notevolmente i vincoli di installazione del forno a legna.

Installare un forno a legna interno richiede infatti importanti lavori di muratura e l’impiego di molto spazio. La realizzazione della struttura e dell’ampia canna fumaria influiscono sulla realizzazione di tutto l’edificio, motivo per cui i forni a legna interni sono ormai scomparsi dalle cucine interne delle case costruite di recente.

All’esterno invece tali vincoli si attenuano estremamente, poiché il forno a legna tradizionale ha solo bisogno di una solida base d’appoggio. Il forno a legna da esterno fisso può condividere una parete della casa ma può anche essere separato, ad esempio per realizzare un angolo cottura esterno con forno a legna e barbecue lontano dalla casa. Per quanto riguarda i fumi, all’aperto è sufficiente una canna fumaria più piccola, giusto per portare lo scarico sopra le teste delle persone.

 

Abbiamo già accennato nel punto precedente alla grande comodità dei forni a legna da esterno mobili che non hanno alcun vincolo di installazione e che ci consentono di sfruttare al massimo i nostri spazi all’aperto, grazie alla libertà di movimento e al pratico vano per riporre la legna di cui sono dotate le basi d’appoggio dei forni.

 

 

Show cooking

Il terzo ed ultimo punto da considerare fra i vantaggi del cucinare all’aperto sta nella possibilità di intrattenere gli ospiti anche con l’abilità del pizzaiolo, prima di fargli gustare la bontà delle pizze.

I più ampi spazi disponibili e la maggiore libertà di movimento rendono gli spazi esterni molto più adatti ad organizzare serate di show cooking tra amici o parenti, in cui sarà fondamentale avere un forno all’altezza della situazione.

 

Per stupire i nostri ospiti, oltre ad una discreta abilità nel fare le pizze, avremo bisogno di un forno a legna comodo da spostare che raggiunga e mantenga alte temperature e in grado di arricchire i nostri spazi esterni con il suo design. Lo show cooking non dà soddisfazione solo ai commensali, ma consente al pizzaiolo di rimanere al centro dell’attenzione e di poter spiegare ciò che sta facendo.

 

Quando si prepara da mangiare nella cucina interna infatti, uno degli aspetti negativi è che l’addetto ai fornelli sta sempre in disparte per seguire le cotture, mentre gli altri si rilassano in convivialità. Questo non succede con la cucina esterna, poiché gli ambienti sono unificati e le persone possono muoversi liberamente, oltre a poter godere del fascino del forno a legna e dell’abilità del pizzaiolo. Dopo aver riassunto i principali vantaggi della cucina esterna, andiamo ora a vedere quali sono i parametri su cui basare la scelta per avere il miglior forno a legna da esterno, a seconda dei diversi contesti.

 

Come scegliere il miglior forno a legna da esterno

Esistono molti tipi di forni a legna da esterno e scegliere quello giusto per le proprie esigenze può essere un processo complesso, specialmente nel caso in cui si sta progettando una cucina esterna completa. 

In questo caso infatti è necessario uno studio più approfondito delle soluzioni praticabili per sfruttare al meglio sia i nostri spazi che l’investimento più consistente. Nel nostro blog abbiamo avuto modo di parlare anche di questo argomento, spiegando come progettare la cucina esterna con cinque idee da cui prendere spunto.

Andiamo ora a vedere come orientare la scelta del miglior forno a legna da esterno per sfruttare al massimo gli spazi che abbiamo a disposizione e valorizzare il nostro nuovo strumento di cottura. 

 

I fattori da considerare sono cinque e, tranne il primo, hanno tutti una diversa importanza a seconda dei singoli casi

Parliamo delle principali caratteristiche che definiscono la qualità generale di un forno, che sono:

  • Efficienza termica
  • Capienza
  • Praticità
  • Design
  • Budget

Vediamo ora quali sono le considerazioni da fare per ognuno di questi fattori nella scelta del miglior forno a legna da esterno.

 

 

1.Efficienza termica

Iniziamo dal parametro fondamentale per determinare la qualità delle cotture realizzate nel forno a legna, ovvero le sue prestazioni termiche. Questo parametro indica non solo la massima temperatura raggiungibile dal forno ma soprattutto la capacità di mantenerla costante anche quando si cuociono molte pizze.

 

I forni a legna tradizionali possono gestire temperature molto elevate e le mantengono a lungo grazie alle proprietà dei materiali refrattari. L’altra faccia della medaglia però è rappresentata dal fatto che necessitano di bruciare moltissima legna (che spesso non costa poco) e hanno bisogno di almeno due ore abbondanti di fuoco (che richiede attenzione).

Per questo motivo possiamo parlare di grande efficienza termica dei forni in acciaio, dato che questi forni a legna innovativi raggiungono altissime temperature in molto meno tempo e bruciando meno legna rispetto ai forni tradizionali. Se però è vero che i forni a legna in acciaio sono più veloci ad accumulare calore, è vero anche che sono più veloci nel disperderlo una volta che si spegne il fuoco.

Possiamo infatti sfruttare in maniera efficiente il calore del forno tradizionale nel caso in cui, dopo aver cotto le pizze per cena, chiudiamo subito lo sportello, il giorno dopo ci ritroviamo il forno ancora abbastanza caldo per riscaldare il pranzo (evitando ulteriori consumi).

 

Possiamo genericamente sintetizzare dicendo che un forno a legna molto efficiente ci consente di gestire più facilmente la temperatura di cottura, facilitando il lavoro del pizzaiolo, specialmente quando deve cuocere parecchie pizze.

Un forno con una scarsa efficienza termica può invece creare problemi nel mantenimento della temperatura già dopo le prime due o tre pizze, oltre a richiedere più impegno e a consumare più combustibile.

 

 

2. Capienza

Il secondo parametro da valutare nella scelta del miglior forno a legna da esterno riguarda le dimensioni dello strumento. Le giuste dimensioni del forno per ogni differente contesto dipendono dal tipo di utilizzo che si fa dello strumento di cottura e da quanto spazio abbiamo a disposizione in giardino o in terrazzo. Vi è infatti un’ampia scelta per quanto riguarda le dimensioni dei forni a legna e tra i modelli domestici si possono trovare anche forni capienti fino a sei o sette pizze. 

Scegliere un forno di dimensioni molto grandi può essere controproducente per il pizzaiolo amatoriale, magari alle prime esperienze. I forni più grandi richiedono infatti non solo più tempo e più legna per raggiungere e poi mantenere alte temperature, ma soprattutto una gestione piuttosto impegnativa. Prima di sviluppare una discreta abilità con la gestione del fuoco e delle pizze non riusciremo a sfruttare in maniera efficiente nè i nostri sforzi, né l’ampio spazio disponibile in un forno grande.

 

I forni più grandi sono generalmente più costosi ma riescono a garantire migliori prestazioni, mantenendo più costanti le temperature di cottura.

Consigliamo pertanto l’acquisto di un forno di dimensioni piuttosto grandi alle persone che hanno sufficiente spazio disponibile negli ambienti esterni e che hanno già una certa dimestichezza con le cotture del forno a legna. 

Anche chi ha spazi ristretti però può cuocere a legna grazie ad un forno compatto ma molto efficiente come il nostro One, adatto a cuocere la pizza a 500°C anche su un piccolo balcone.

 

 

3. Praticità 

Il terzo parametro di cui parliamo può essere uno dei più importanti per orientare la scelta del miglior forno a legna da esterno, a seconda delle situazioni.

A meno che non si voglia optare per la realizzazione di una cucina in stile rustico, in cui calza a pennello un forno a legna tradizionale in mattoni refrattari, per avere una maggiore praticità e libertà di utilizzo si sceglie di solito un forno a legna mobile.

 

Come abbiamo accennato al primo paragrafo infatti i forni a legna mobili sono estremamente comodi, in quanto ci consentono di scegliere ogni volta un luogo diverso. Il vantaggio della mobilità ci consente di mettere il forno a legna a riparo durante le stagioni più fredde, al fine di evitare le esposizioni atmosferiche del forno che ne comprometterebbero la longevità.

Oltre alla grande comodità dei forni mobili, un’altra soluzione per avere un enorme vantaggio di praticità sta nella scelta di un forno ibrido. La tecnologia del forno ibrido Alfa è basata sul kit hybrid, un accessorio per i nostri forni a gas che consiste in un coperchio per il bruciatore che consente di accendere il fuoco con la legna senza danneggiare il sistema a gas.

Il forno da esterno mobile ibrido è quindi il massimo della comodità poiché è uno strumento di cottura estremamente versatile. Questo infatti ci consente sia di scegliere il punto del giardino in cui cuocere le nostre pizze (grazie all’alimentazione a gas fornita da una bombola), ma anche di scegliere quale combustibile utilizzare. Oltre ad avere la possibilità di sperimentare le differenze nelle cotture delle nostre ricette utilizzando la legna oppure il gas.

 

4. Design

Il quarto punto da considerare nella scelta del forno a legna è senza dubbio il suo design, poiché questo strumento di cottura diventa inevitabilmente il protagonista dei nostri spazi

Questo è dovuto al fatto che nel forno a legna convergono due fattori molto importanti per attirare l’attenzione delle persone, che sono la gestione del fuoco e la preparazione del cibo. La psicologia riconduce a motivi ancestrali, risalenti all’uomo primitivo, l’attrazione innata che ogni persona prova per questi due elementi.

Il design del forno a legna è fondamentale per caratterizzare i nostri ambienti. Parlando di arredamento degli spazi esterni, possiamo scegliere tra ambiente rustico fedele alla tradizione, dove calza a pennello un forno tradizionale, o un ambiente più moderno e versatile grazie ad un forno mobile in acciaio.

Abbiamo approfondito il tema del design in un altro articolo del nostro blog, dedicato alla capacità di arredare gli ambienti dei forni Alfa. 

 

 

5. Budget

L’ultimo punto fondamentale per scegliere la migliore soluzione a seconda del contesto è il budget disponibile.

Parlando dei forni a legna da esterno in acciaio è possibile trovare soluzioni più che buone spendendo cifre contenute, anche se possiamo generalizzare dicendo che per avere un forno di buona qualità occorre spendere almeno una cifra intorno al migliaio di euro. 

In generale, i modelli con prestazioni migliori o di maggiori dimensioni hanno prezzi più importanti, ma garantiscono standard qualitativi più elevati e una maggiore longevità dello strumento di cottura, anche se costantemente tenuto all’esterno. 

 

In una fascia di prezzo intermedia (1.200 – 2.000 €) possiamo trovare un ampio numero di soluzioni dall’ottimo compromesso tra efficienza termica, costanza delle prestazioni e qualità del design.

I forni top di gamma costano ovviamente di più e spesso fanno parte di una cucina esterna completa. Questi forni domestici offrono prestazioni paragonabili a quelle dei forni professionali, oltre ad avere un design particolarmente ricercato che valorizza l’arredamento degli ambienti esterni.

 

Possiamo concludere accennando al budget per i forni tradizionali. Queste soluzioni sono di solito più impegnative, poiché necessitano di maggiori lavori di muratura o magari perché andiamo a realizzare una zona con più strumenti di cottura. In questi casi ovviamente salgono i costi di realizzazione, ma andremo anche ad aumentare leggermente il valore dell’immobile.

I cinque parametri di cui abbiamo parlato sono quelli più rilevanti per guidare la scelta del miglior forno a legna da esterno. Valutando ognuno di essi potremo scegliere al meglio a seconda del nostro caso specifico, riuscendo così a sfruttare al massimo il forno e a valorizzare al meglio il nostro investimento.

 

Sfrutta al massimo gli spazi esterni con un forno a legna Alfa

In questa breve guida abbiamo parlato dei fattori fondamentali da considerare per scegliere il miglior forno a legna da esterno, vedendo soprattutto come ognuna delle variabili analizzate può assumere un peso differente a seconda del contesto specifico.

Nel primo paragrafo abbiamo accennato genericamente ai vantaggi nell’utilizzare i forni a legna all’aperto. Essi riguardano principalmente i minori vincoli di installazione e i minori problemi di spazio,oltre alla possibilità di sfruttare e organizzare serate in stile show cooking.

Entrando poi nel cuore del discorso abbiamo approfondito i cinque parametri fondamentali che dobbiamo considerare nella scelta del forno. 

 

L’efficienza termica del forno è il parametro fondamentale che indica la qualità delle cotture che andremo a realizzare. Abbiamo visto inoltre che la capienza del forno è un parametro importante per determinare i consumi di combustibile e l’abilità di gestione delle pizze e dobbiamo quindi scegliere un forno abbastanza produttivo per le nostre necessità, ma non troppo grande per la nostra abilità da pizzaiolo.

Il design e la praticità sono altri due parametri molto importanti nello scegliere il forno a legna, soprattutto se scegliamo un forno mobile e ibrido.

Il budget a disposizione è infine uno dei più importanti fattori nell’orientare la scelta ed è di solito quello che limita maggiormente la decisione di molte persone.

 

Concludiamo ora questa guida alla scelta del forno a legna da esterno accennando alle possibilità offerte dalla gamma di forni domestici Alfa.

Oltre ai tre modelli di forni tradizionali in materiale refrattario di alta qualità, è possibile scegliere fra otto forni in acciaio diversi, dalla capienza di una pizza (il già citato One) fino al più grande (Allegro), dalla capienza di cinque pizze per infornata.

Tutti i nostri forni sono disponibili in versione mobile. Quattro di loro sono alimentati a legna, tre sono invece alimentati a gas con la possibilità di diventare ibridi, per concludere sempre con One, che è disponibile a legna o a gas, ma non ibrido.

Speriamo che i nostri consigli possano aiutarvi a trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze, scegliendo il miglior forno a legna da esterno in base al vostro caso.

Non ci resta che concludere ricordandovi di seguire il nostro blog per non perdervi utili consigli e aggiornamenti sul mondo dei forni per pizza.