Forno a legna da esterno con ruote: tutte le soluzioni Alfa Forni

Il forno a legna da esterno con le ruote è simbolo di grande libertà per il pizzaiolo amatoriale, poiché rappresenta il superamento dei vincoli dei forni fissi. La possibilità di spostare il forno ci permette di sperimentare nuovi modi di utilizzo del nostro strumento di cottura, offrendoci così un’ampia varietà di scelta per le nostre esperienze culinarie.

In diversi articoli del nostro blog abbiamo già avuto modo di accennare alle possibilità che ci offre la soluzione del forno a legna da esterno, ad esempio parlando dei vantaggi dei forni a legna Alfa per il terrazzo.

Il forno a legna di solito viene posizionato all’esterno, in una zona del terrazzo o del giardino adibita a seconda cucina, perché all’aperto si attenuano i vincoli di installazione. Essi sono dovuti a fattori strutturali del forno a legna tradizionale, soprattutto legati alla necessità di una canna fumaria importante, e rappresentano i motivi per cui questi strumenti sono diventati piuttosto rari nelle cucine interne.

 

Anche all’esterno però, l’Installazione di un forno a legna tradizionale richiede comunque dei lavori di muratura per realizzare la base e siamo costretti a sacrificare un po’ del nostro spazio in modo definitivo.

Per questo motivo, i forni a legna mobili stanno riscuotendo sempre più successo. La loro struttura con le ruote gli consente di essere spostati ad ogni utilizzo e non dovremo fare alcun lavoro ai nostri spazi esterni per poter finalmente utilizzare un forno a legna di alta qualità.

 

In questo articolo approfondiremo il tema dei forni a legna da esterno mobili, in modo da comprendere le loro caratteristiche e come sfruttarne al meglio i vantaggi. Inizieremo parlando dell’innovazione dei forni in acciaio, che ha reso possibile lo sviluppo dei forni mobili grazie alla riduzione del peso dello strumento.

Proseguiremo analizzando i grandi vantaggi del forno a legna da esterno con le ruote. Tali vantaggi riguardano sia le possibilità offerte dalla libertà di spostamento, sia gli aspetti pratici di comodità nell’utilizzo di questo strumento.

Illustreremo poi le diverse soluzioni Alfa per avere un forno a legna portatile, accennando alle caratteristiche dei vari modelli per capire quale sia la soluzione più indicata nei diversi contesti di utilizzo.

Concluderemo infine riassumendo le modalità di utilizzo del forno a legna con le ruote, in modo da capire come sfruttare al massimo il nostro strumento di cottura portatile.

 

L’innovazione Alfa del forno a legna mobile

Iniziamo dallo sviluppo tecnologico che sta alla base del forno portatile, ovvero il forno a legna in acciaio. Come accennato nell’introduzione, il forno a legna in acciaio nasce per superare i vincoli di installazione del forno a legna tradizionale, relativi all’impegno di spazio permanente e alla necessità di chiamare il muratore per costruire una solida base.

 

La tecnologia Forninox™ sviluppata da Alfa consiste nella realizzazione di forni a legna che mantengono il suolo in materiale refrattario di alta qualità, ma hanno la cupola in acciaio inossidabile.

Questa gli consente di sviluppare grandi prestazioni termiche, grazie alle ottime proprietà dell’acciaio unite ad un design studiato nei minimi dettagli per sfruttare al massimo il calore generato dal fuoco. I forni in acciaio Alfa infatti possono raggiungere i 500°C in poche decine di minuti e riescono a mantenere costanti le temperature anche quando devono cuocere una grande quantità di cibo.

 

Oltre alle grandi prestazioni di cottura, i forni in acciaio hanno come ulteriore grande vantaggio il fatto di essere molto più leggeri dei forni a legna tradizionali. È stato proprio questo fattore a consentire lo sviluppo dei forni a legna portatili, realizzando pratiche basi d’appoggio con le ruote.

 

I forni mobili possono essere sistemati in due modi, ovvero scegliendo fra un tavolo mobile o un’apposita struttura a misura del forno.

Nel primo caso, può trattarsi di una soluzione dotata di sufficiente spazio da consentirci di preparare la pizza accanto al forno, come nel nostro tavolo multifunzione per pizza.

Il tavolo mobile Alfa è realizzato in acciaio robusto ma leggero ed è dotato di quattro ruote professionali (che includono il meccanismo di blocco). Prevede inoltre diversi accessori come i ganci per le pale e le presine e un grande vano sotto il piano di lavoro per riporre la legna o la bombola del gas.

Nel secondo caso invece, la sistemazione del forno in acciaio sopra una struttura su misura dotata di ruote consente uno spostamento più comodo del nostro strumento di cottura, per via del minore ingombro rispetto al tavolo mobile.

Dovremo però preparare la nostra postazione per stendere e condire le pizze su un altro piano da lavoro (anche un banale tavolino di plastica), che potremo sistemare come ci sta più comodo a seconda delle geometrie dei nostri spazi esterni e del punto in cui vogliamo posizionare il forno.

 

L’innovazione dei forni portatili, basata sulla tecnologia dei forni in acciaio e sulle soluzioni ideate per un comodo spostamento dello strumento, ci ha consentito di realizzare degli strumenti di cottura dalle prestazioni professionali che sono anche estremamente versatili e pratici da usare.

Avendo visto i fattori su cui si basa il funzionamento del forno a legna con le ruote, proseguiamo approfondendo i diversi vantaggi che questo strumento ci consente di sfruttare.

 

I vantaggi del forno a legna da esterno portatile

La possibilità di spostare comodamente il nostro strumento di cottura ci apre la strada a varie opzioni per sfruttare al meglio i nostri spazi esterni.

Possiamo riassumere i vantaggi principali del forno a legna portatile in quattro punti essenziali:

  1. Versatilità nell’allestimento delle postazioni di cottura
  2. Utilizzo in luoghi diversi
  3. Spazio per il combustibile
  4. Facile sistemazione al riparo

Andiamo ora ad approfondire i vari punti, per capire come sfruttare al massimo il nostro forno a legna su ruote.

 

1 . Versatilità nell’allestimento della postazione di cottura

Il primo grande vantaggio del forno portatile sta nella possibilità di utilizzarlo in zone differenti del giardino o del terrazzo, in modo da sfruttare al massimo i nostri spazi esterni.

La totale libertà di installazione e la base dotata di ruote ci consentono infatti di decidere dove sistemare il forno ad ogni singola accensione, potendo quindi cambiare l’allestimento della postazione di cottura di volta in volta.

Facendo diverse prove, potremo individuare la soluzione migliore per il nostro caso, riuscendo a capire qual è il modo migliore di sistemare gli spazi fra il forno, il piano dove stendiamo le pizze e la tavola dove mangeremo.

Un ultimo fattore da considerare nella scelta del posizionamento del forno mobile riguarda la direzione del vento. In una giornata ventosa infatti, i fumi prodotti dalla legna potrebbero invadere i nostri ospiti, arrecando loro fastidio. Al contrario del forno fisso, con il forno mobile possiamo scongiurare questa eventualità, sistemando il forno controvento rispetto alla tavola apparecchiata.

 

2. Utilizzo in luoghi diversi

Oltre che scegliere diversi punti nei nostri spazi esterni dove posizionare lo strumento di cottura, un altro modo per sfruttare al massimo il forno a legna portatile è quello di trasportarlo in un altro luogo.

Grazie alle dimensioni contenute e a all’assemblaggio facile e veloce, possiamo infatti caricare in auto il nostro strumento per utilizzarlo in luoghi diversi da casa nostra.

Ad esempio possiamo organizzare una serata con la nostra pizza cotta a legna a casa di amici o parenti, oppure possiamo metterci a sfornare le pizze durante una scampagnata della domenica, magari sfruttando il calore del forno per cuocere o scaldare anche le altre ricette che abbiamo preparato a casa e portato con noi.

 

3. Spazio per il combustibile

Un altro grande vantaggio del forno per pizza portatile riguarda la predisposizione degli spazi per il combustibile. Sia il tavolo multifunzione che le basi su misura sono dotati di un vano sotto il forno su cui sistemare la legna o appoggiare la bombola, nel caso di un forno a gas.

Avere uno spazio apposito per sistemare il combustibile si rivelerà molto comodo per gestire al meglio il forno, poiché avremo la legna a portata di mano non appena ne avremo bisogno e non sarà necessario allontanarsi dal forno per andare a prenderne dell’altra.

Nel caso del forno mobile alimentato a gas, il problema dell’alimentazione del fuoco non si pone, poiché avviene in maniera automatica. Basterà collegare una bombola sufficientemente piena di gas per avviare il forno, che rimarrà in una posizione comoda da raggiungere ma che non intralcia le operazioni di cottura. 

 

4. Facile sistemazione al riparo

L’ultimo vantaggio di cui vogliamo parlare è sempre riconducibile alla facilità di spostamento del nostro forno da esterno, anche se per uno scopo diverso dalla cottura. Parliamo infatti della facilità con cui è possibile mettere al riparo il forno portatile nei mesi invernali, in modo da allungargli la vita.

Con la stagione invernale infatti difficilmente viene usato il forno da esterno e si preferisce stare al chiuso sia per mangiare che per cucinare.

Un forno da esterno fisso deve sopportare tutti gli anni il freddo e la pioggia dei mesi invernali e a lungo andare, tale esposizione alle intemperie potrebbe rovinare lo strumento di cottura.

I forni portatili invece possono facilmente essere riposti in garage o in una zona riparata, evitando così l’esposizione agli agenti atmosferici per tenere con maggior cura il nostro forno che ci ripagherà con molti anni di prestazioni al top.

I vantaggi descritti consentono al forno a legna con le ruote di essere lo strumento di cottura più pratico da utilizzare, specialmente se ne facciamo un utilizzo occasionale. Chi non ha l’abitudine di accendere spesso il forno a legna troverà sicuramente molto comodo il fatto di poter facilmente mettere da parte il forno quando non serve, evitando di averlo sempre esposto nei nostri spazi esterni.

 

Le soluzioni Alfa per il forno a legna da esterno su ruote

Dopo aver parlato dei vantaggi del forno mobile, approfondiamo più nel dettaglio l’utilizzo pratico del forno a legna portatile. Per farlo, vedremo quali sono i modelli Alfa che si possono avere in soluzione mobile e le loro diverse caratteristiche.

La linea di forni domestici Alfa comprende otto modelli che possono essere utilizzati come forno mobile e possono essere alimentati a legna, potendo quindi scegliere fra diverse soluzioni a seconda dello spazio a disposizione e delle necessità di ognuno.

Possiamo distinguere i forni mobili Alfa in due categorie:

  1. I forni portatili a legna
  2. I forni portatili a gas o ibridi

Anche se tre dei quattro modelli a gas possono diventare forni ibridi e quindi possono funzionare anche a legna, abbiamo deciso di raggrupparli in questo modo per una maggior uniformità nei parametri di confronto. 

Iniziamo dai forni a legna da esterno mobili.

 

1. I forni portatili a legna

Tutti i forni a legna su ruote della linea domestica Alfa sono disponibili nelle tre versioni:

  • Top (solo il forno, da appoggiare su un altro mobile)
  • Top + tavolo (il forno insieme al tavolo multifunzione per pizza Alfa)
  • Top + base (il forno insieme alla sua base su misura con le ruote)

 

Ciò che cambia fra un modello e l’altro può riguardare le dimensioni, i diversi colori disponibili o lo stile del design, ma tutti condividono le stesse ottime prestazioni di cottura.

I forni a legna Alfa portatili sono quattro, che elenchiamo partendo dal più grande:

  1. Allegro (capace di cuocere fino a cinque pizze contemporaneamente e disponibile in rosso antico o giallo)
  2. 4 pizze (come dice il nome, può cuocere quattro pizze per infornata ed è disponibile nei tre colori, rosso antico, rame o grigio)
  3. Ciao (dalla capienza di due pizze, disponibile grigio o giallo)
  4. 5 minuti (sempre da due pizze, ma disponibile nei colori rosso antico o rame)

Il prossimo forno di cui parliamo è disponibile a legna, ma fa parte del secondo gruppo perché esiste anche in versione a gas.

 

2. I forni portatili a gas o ibridi

Gli altri quattro modelli di forno con le ruote della linea domestica Alfa sono quelli che possono funzionare anche a gas, e sono:

  1. One (il forno più piccolo della linea Alfa, che può essere a legna o a gas, ma non ibrido, costituendo l’unica eccezione tra i nostri forni a gas domestici).
  2. Brio (con capienza di  due o tre pizze, è l’unico forno ibrido Alfa che ha anche a disposizione la sua base su misura)
  3. Dolce Vita (il nostro forno ibrido da quattro pizze, disponibile con o senza il tavolo Alfa)
  4. Stone Oven (il forno ibrido da due pizze, anch’esso senza base su misura).

 

Riepilogando, gli ultimi tre forni elencati condividono la tecnologia del kit hybrid, che ci permette di scegliere fra i due combustibili di volta in volta (mentre One è disponibile alternativamente a legna o a gas).

La gamma di forni domestici Alfa consente quindi di trovare la soluzione ideale per avere un forno a legna da esterno portatile, in ogni situazione, poiché tutti gli otto modelli possono utilizzare questo combustibile.

 

 

Come ottenere il massimo dalla cucina all’aperto con il forno mobile

Le diverse soluzioni Alfa a cui abbiamo accennato possono rispondere a varie esigenze, a seconda dei diversi contesti di utilizzo. È infatti possibile scegliere tra forni piuttosto grandi, da quattro o cinque pizze per volta, e forni più compatti, da due o tre pizze fino ad arrivare a One, il forno portatile da una pizza.

 

Il primo caso riguarda chi ha a disposizione abbastanza spazio e vuole dotarsi di uno strumento di cottura dalle prestazioni professionali, in grado di arredare il nostro ambiente all’aperto.

Il secondo caso invece riguarda chi non ha molto spazio da dedicare alla cottura all’aperto, ad esempio perché ha solo un balcone o un piccolo terrazzo, ma non vuole rinunciare alla cottura a legna e necessita di limitare l’ingombro del forno, mantenendo però prestazioni elevate.

Un altro aspetto da considerare nella scelta del forno mobile per pizza riguarda la nostra capacità di gestione del fuoco. Se non siamo pratici dell’arte bianca, come la chiamano i pizzaioli napoletani, alle prime volte risulterà difficile ottenere una cottura perfetta.

 

Per sviluppare l’abilità di gestione del fuoco ed ottenere cotture perfette nel forno a legna serve molta pratica e all’inizio risulterà più facile imparare con un forno più piccolo.

Con le diverse soluzioni Alfa sarà quindi possibile organizzare i propri spazi esterni in modo pratico, per riuscire a sfornare ottime pizze comodamente.

 

In un altro articolo del nostro blog abbiamo parlato di come allestire la cucina esterna e sfruttare al massimo gli spazi a disposizione.

Speriamo di avervi fornito una valida guida per scegliere la soluzione migliore per il forno a legna portatile. Continuate a seguire il nostro blog per altri consigli sul mondo dei forni per pizza.