Forni a legna per pizza: 5 motivi per scegliere Alfa a casa tua

 In Blog, Notizie e novità

Il mondo dei forni a legna è molto ampio e variegato, viste le grandi differenze di utilizzo di questo strumento nei vari contesti di impiego. Questo ha fatto sviluppare e differenziare sempre di più le aziende produttrici di forni e molte di loro si sono specializzate in forni a legna per pizza destinati al mercato domestico, prestando attenzione a diversi fattori importanti per l’utilizzo in un contesto casalingo, ad esempio l’ingombro di spazio, la possibilità di spostamento, il basso consumo e la riduzione dei tempi di aumento della temperatura.

In questo modo, si può andare incontro alle esigenze del pizzaiolo casalingo esperto, che vuole migliorare la sua pizza grazie ad un forno dalle prestazioni migliori. Dotarsi di un forno a legna specifico per fare la pizza in casa può rappresentare un salto di qualità per il pizzaiolo domestico, che potrà anche provare una maggiore soddisfazione, derivante dalla gestione più impegnativa richiesta dalla cottura a fiamma, necessaria per cuocere la pizza.

Fare la pizza in casa è un hobby sempre più diffuso e ne abbiamo parlato spesso nel nostro blog, dando molti consigli e suggerimenti nei vari articoli, ad esempio su come evitare gli errori di cottura della pizza, su come adattare l’impasto al tipo di forno che abbiamo, o su come scegliere il forno domestico per fare la pizza a casa.

La scelta del forno è senz’altro un fattore fondamentale per avere la possibilità di fare una pizza a casa come in pizzeria ed è un acquisto che va pensato bene in ogni suo aspetto. Occorre tenere a mente tante variabili per scegliere il forno più adatto a noi, poiché tutto dipende dall’utilizzo che ne vorremo fare.

In questo articolo parleremo delle caratteristiche principali che deve avere un forno a legna per essere in grado di offrire un’ottima cottura della pizza. Inizieremo dalle caratteristiche strutturali dei forni a legna per pizza (dimensione, forma, materiali e metodi di costruzione), le più importanti per determinare la capacità termica dello strumento di cottura, per proseguire con quelle legate all’utilizzo pratico dello strumento, anch’esse importanti per un ottimo risultato finale (sapore del legno, gestione del fuoco, versatilità di utilizzo e showcooking).

Vedremo inoltre i cinque principali motivi per scegliere i forni domestici per pizza Alfa, che riguardano il rapporto fra tradizione e innovazione, la riduzione dei tempi e dei consumi, le differenti alimentazioni dei forni, le differenti esigenze di spazio e la grande capacità di arredo degli ambienti domestici (interni o esterni).

 

Le caratteristiche dei forni a legna per pizza di qualità

Come anticipato nell’introduzione, esistono tanti tipi di forni per pizza, ma quelli su cui ci focalizzeremo sono i forni a legna per fare la pizza in casa. Aggiungendo le due variabili relative all’ambiente domestico e al combustibile del forno, andiamo a parlare di una nicchia specifica di utilizzo del forno, che dovrà quindi avere delle caratteristiche precise per facilitare il lavoro del pizzaiolo casalingo.

Oltre all’aspetto operativo, è fondamentale valutare anche le esigenze di spazio e di budget, poiché un semplice appassionato non avrà le stesse necessità e motivazioni di acquisto di una pizzeria che sforna centinaia di pizze ogni sera, ma vuole un forno in grado di garantirgli la stessa qualità di cottura.

Elenchiamo ora le caratteristiche principali che distinguono i diversi livelli di prestazioni e di qualità dei forni a legna per pizza, considerato l’utilizzo in un contesto domestico. Per praticità, abbiamo diviso l’elenco dei fattori in due: il primo è relativo ai fattori strutturali, quelli che riguardano la qualità realizzativa del forno e su cui il pizzaiolo non può intervenire; il secondo gruppo invece comprende i fattori direttamente coinvolti dalla gestione operativa del forno da parte del pizzaiolo domestico e sono quelli che andranno ad influire di più sulla cottura della pizza.

 

Caratteristiche strutturali

Le caratteristiche strutturali del forno a legna sono fondamentali per determinare la capacità termica dello strumento, che si traduce in una cottura migliore e in un minor consumo di combustibile. Le 4 caratteristiche strutturali sono:

  • La dimensione
  • La forma
  • I materiali impiegati
  • La qualità di realizzazione

Queste sono tutte molto importanti per il metodo di creazione e diffusione del calore all’interno del forno, che ha conseguenze significative sulla cottura della pizza.

 

La dimensione

I forni possono essere molto piccoli o molto grandi e la scelta dovrà tenere in considerazione il numero di pizze che si devono fare e in quanto tempo. Dobbiamo considerare che all’aumentare delle dimensioni interne del forno, aumentano il tempo e la legna necessari al raggiungimento di temperature molto elevate, ma aumenta anche la capacità del forno di trattenere il calore accumulato, favorendo quindi un raffreddamento lento che consente di mantenere una temperatura elevata, anche fino al giorno dopo.

 

La forma

La forma del forno a legna è importante per il modo in cui si diffonde il calore nel forno e per le conseguenze che ha sulla cottura delle pizze. Quando si cuoce la pizza, il fuoco viene tenuto vivo, accostato su una parete. La fiamma genera correnti molto calde che risalgono le pareti ricurve del forno, confluendo al centro della cupola dove si dirigono di nuovo verso il basso, direttamente sulle pizze, creando vortici d’aria molto calda che cuociono l’esterno delle pizze alla perfezione, senza asciugare troppo la parte centrale dell’impasto.

La forma ideale del cielo del forno per cuocere la pizza è quella a volta bassa, cioè un po’ più schiacciata rispetto ai forni a volta alta (quasi sferici, più adatti per il pane e in generale per i cibi che crescono in altezza).

 

I materiali utilizzati

La qualità dei materiali realizzativi è ovviamente fondamentale per determinare la qualità globale di un forno, perché è il fattore principale per determinare la capacità termica. I materiali migliori sono lastre di pietra o mattoni refrattari, che non a caso sono quelli con cui si costruivano i vecchi forni a legna da esterno nelle case di campagna, che dovevano cuocere tutti i giorni, per tante persone e per vari decenni.

Risparmiare sulla qualità dei materiali del forno non è una mossa saggia, perché sappiamo in partenza che dovremo stare più attenti alla manutenzione, alla gestione della temperatura e che dovremo cambiare forno fra non molto tempo.

 

La qualità realizzativa

Il forno deve essere realizzato non solo con i materiali migliori, ma anche con processi realizzativi attenti alla qualità in ogni dettaglio. Questo vale per tutti i tipi di forni, sia per quelli artigianali in mattoni, che per quelli industriali.

Nella scelta del forno a legna domestico è frequente optare per una soluzione mobile, per esigenze di spazio e di comodità. In questo caso è importante prestare attenzione alla qualità non solo del forno ma anche della struttura, che deve essere in grado di sostenere molto peso per molto tempo, per di più sottoposto a sollecitazioni durante gli spostamenti, e c’è quindi bisogno che sia stabile ma leggera.

 

 

Caratteristiche operative

Le altre caratteristiche che i forni a legna domestici per pizza devono avere sono relative agli aspetti pratici di utilizzo. Esse hanno un grande impatto sul prodotto finale e riguardano sostanzialmente lo sviluppo delle capacità di utilizzo del forno, per sfruttare pienamente il suo potenziale. Elenchiamole qui di seguito.

 

Gestione del fuoco

Questa è la ragione principale, che potrebbe bastare da sola a giustificare la scelta del forno a legna rispetto agli altri tipi di forni. Controllare un elemento naturale come il fuoco per cucinare il cibo risveglia in noi degli istinti primordiali, per l’enorme importanza che questo processo ha avuto nell’evoluzione della nostra specie (a livello intellettivo e nutrizionale).

Inoltre il forno a legna è carico di valore storico e culturale, perché rappresenta la parte più autentica del popolo italiano, legata alle tradizioni contadine e alle cotture della nonna.

Le abilità di gestione del fuoco vanno coltivate e sviluppate, perché non si finisce mai di imparare. Conoscere a fondo i tempi e le temperature del vostro forno in base a come vi comportate con il fuoco è la chiave per la pizza perfetta, perché riuscirete a bilanciare questi due fattori con il vostro impasto per ottenere una pizza cotta alla perfezione.

 

Cottura a legna

Un buon forno a legna per pizza è quello che fa sentire molto i profumi del combustibile, limitandone però il consumo necessario per un aumento notevole della temperatura. Il profumo del legno che si aggiunge alle nostre pietanze è un grande punto di forza della cottura in questo tipo di forni, perché se controllato a dovere è realmente in grado di fornire una marcia in più ai nostri cibi. Bisogna imparare a scegliere la legna con migliore resa calorica, andando a sperimentare i vari profumi degli alberi e mettendoli in relazione alla resa calorica e al costo.

La bravura e l’esperienza del pizzaiolo domestico si vedono non solo da quale legna sceglie, ma anche da come la usa, poiché conosce la resa calorica del combustibile e del forno che utilizza, adattando in ogni momento la scelta del pezzo da aggiungere al fuoco in relazione alla quantità di pizze da fare, riducendo gli sprechi.

 

Design e showcooking

I migliori forni a legna per pizza devono essere realizzati considerando anche il design, poiché è un elemento che viene ritenuto da molti utilizzatori tanto importante quanto le caratteristiche termiche e di cottura. Un forno a legna domestico deve essere il punto di riferimento nell’arredo della nostra cucina, sia in quella interna che in quella esterna.

Un forno a legna in grado di arredare i nostri spazi potrà essere il protagonista delle nostre serate e ci consentirà di organizzare degli eventi di showcooking, deliziando i nostri ospiti non solo con le pizze che mangeranno ma anche con l’esperienza di vederci all’opera ed essere coinvolti nel processo culinario.

 

5 motivi per scegliere i forni Alfa

Dopo aver visto quali sono le caratteristiche a cui prestare attenzione quando valutiamo la scelta di un forno a legna per pizza, riprendiamo ora i vari punti per approfondire come la gamma di forni domestici Alfa può venire incontro alle esigenze di ognuno.

Abbiamo individuato 5 motivi per preferire i forni Alfa, relativamente alla qualità dei prodotti, alla grande spinta di innovazione proposta in grado di ridurre notevolmente i consumi legna e i tempi di riscaldamento, alle differenti soluzioni di alimentazione e struttura dei forni e alla risposta ai bisogni di spazio e praticità con i forni mobili. Vediamole nel dettaglio.

 

1. Storia e qualità, fra tradizione e innovazione

Alfa nasce nel 1977 e da più di 40 anni si impegna nella ricerca dell’eccellenza assoluta nel campo dei forni per pizza. Lo sviluppo ed il miglioramento continuo dei forni Alfa riguarda sia la ricerca di materiali di alta qualità, con maggiore capacità termica in un peso minore, che le innovazioni a livello tecnologico e strutturale.

La gamma Alfa comprende 4 modelli di forni a legna tradizionali: cupola, cupolino, master vision e tradizionale. Questi classici forni riscuoto sempre un grande successo, grazie alle tante possibilità di personalizzazione, alle tante misure disponibili e al loro grande fascino.

Parallelamente ai forni tradizionali, Alfa si distingue per i suoi forni innovativi realizzati con le migliori tecnologie, che riescono a garantire notevoli risparmi di tempo e di legna, portandoci direttamente al secondo motivo per scegliere i forni Alfa.

 

2. Consumi ridotti

La forninox technology consente ad Alfa di realizzare forni che accumulano il calore molto velocemente, grazie alla cupola realizzata con una lastra in acciaio inossidabile molto spessa. Questa si riscalda molto più in fretta dei mattoni refrattari e consente ai forni Alfa di essere pronti per cuocere la pizza in pochi minuti, invece delle ore necessarie a scaldare per bene un forno a legna tradizionale. Questo consente di ridurre di molto i consumi legna e quindi, ragionando da pizzeria, di abbassare il costo totale della nostra pizza. Per quanto riguarda la riduzione dei tempi e dei consumi, il fiore all’occhiello della gamma Alfa è senz’altro il 5 minuti, nome che nasce dal tempo che impiega questo forno per essere pronto a cuocere le pizze.

 

3. Alimentazioni Alfa: legna e gas

La maggior parte dei forni Alfa è alimentata a legna, ma ci sono tante persone che non possono o non vogliono cuocere a legna e Alfa si rivolge anche a chi vuole un forno più comodo da gestire e da pulire, inserendo nella gamma dei forni domestici due modelli a gas: il dolce vita e il domo.

Questi forni possono offrire ottime prestazioni di cottura anche senza utilizzare la legna, beneficiando anzi di un risparmio sul combustibile. Se è vero che la cottura a gas non aggiunge niente a livello di sapore ai nostri cibi, è vero anche che non gli toglie niente e potremo quindi apprezzare appieno le nostre abilità culinarie, che l’utilizzo di una legna sbagliata potrebbe invece compromettere.

 

4. Design e arredo spazi interni e esterni

Il quarto motivo per scegliere i forni della gamma Alfa è legato alla loro grande capacità di arredare i vostri spazi. Sia nei locali interni che negli spazi all’aperto, il design elegante dei forni Alfa sarà il fulcro dell’ambiente, grazie alla grande capacità di attirare l’attenzione per la semplicità delle linee e la cura dei dettagli.

I forni Alfa sono disponibili in molte versioni. Ogni modello infatti può essere acquistato con o senza l’apposita base, andando a configurare un forno fisso oppure mobile. Se volessimo optare per un forno fisso, è anche possibile andare ad installare un forno domestico Alfa direttamente murandolo nel muro della cucina (interna o esterna), andando così a risparmiare sul rivestimento poiché si lascerà a vista soltanto la bocca. Se invece si vuole optare per un forno free-standing, cioè installato liberamente su un piano o un supporto mobile, occorrerà prestare attenzione al design di tutta la struttura.

Il design elegante dei forni Alfa è l’ideale per sfruttare al massimo i vostri spazi per organizzare delle serate di show cooking, in cui mostrare le vostre abilità nell’arte bianca della pizza napoletana, accompagnati da uno strumento affidabile e di grande qualità.

 

5. Esigenze di spazio: forni grandi e forni compatti

Molte persone desiderano dotarsi di un forno a legna anche se non hanno molto spazio in giardino o in terrazzo ed esistono molti forni di dimensioni ridotte, pensati per un utilizzo in contesti domestici dagli spazi limitati. Anche Alfa ha nella sua gamma un forno dalle grandi prestazioni in piccoli spazi, il ciao, che è in grado di offrirvi i livelli di cottura di un forno professionale.

Per chi invece ha molto spazio a disposizione e vuole dotarsi di un forno capiente, i forni a legna domestici della gamma Alfa che possono soddisfare molte persone sono il 4 pizze e l’allegro, due forni tranquillamente in grado di mandare avanti una pizzeria.

 

Infine un occhio ai costi

Abbiamo visto quali sono le caratteristiche più importanti che bisogna considerare nella scelta del forno a legna per fare la pizza a casa e concludiamo il nostro discorso con una parentesi sul costo di questi strumenti. A causa degli importanti criteri strutturali che riguardano la forma, la dimensione, i materiali impiegati e i metodi realizzativi, un buon forno a legna non può costare troppo poco. Non è possibile pensare di acquistare un forno a legna eccezionale spendendo meno di un migliaio di euro (a dir poco).

L’unico modo per risparmiare senza avere un forno scadente, può essere acquistando i materiali prefabbricati per la volta e il suolo del forno e i mattoni per la struttura, o fare direttamente il classico forno interamente in mattoni, compresi cielo e platea. Occorre però considerare che bisogna aggiungere il costo della giornata di qualcuno bravo nei lavori di muratura (e preferibilmente che abbia già costruito dei forni) che dovremo chiamare, oltre a considerare che comunque il forno artigianale sarà meno preciso e duraturo.

A conti fatti quindi potrebbe non essere conveniente risparmiare poche centinaia di euro con il rischio di avere uno strumento che non vi soddisfa e che vorrete cambiare dopo pochi anni.

Nella seconda parte dell’articolo abbiamo visto invece come la gamma dei forni domestici per pizza Alfa è in grado di soddisfare molte esigenze di cottura diverse, grazie ad una grande varietà di forni fra cui si può scegliere, diversi per tecnologia, alimentazione, dimensioni e design.

La scelta di un forno domestico dalle prestazioni professionali come quelli della gamma Alfa potrà rivelarsi la chiave per migliorare le vostre abilità culinarie, grazie a uno strumento in grado di valorizzare ogni pietanza che preparerete e che sarà il protagonista delle vostre serate estive a base di pizza. Non ci resta che augurarvi una buona scelta del vostro nuovo forno per fare la pizza a casa.