Forno da esterno: guida completa all’acquisto

Il forno acceso, il profumo di pizza che pervade l’aria e una tavolata di amici con cui condividere le pietanze appena sfornate è il sogno di chi ama la convivialità e la buona cucina.

Se si ha la fortuna di disporre di spazi all’aperto come terrazzi, giardini o balconi e si vuole acquistare un nuovo forno da esterno probabilmente i dubbi sono tanti e si è alla ricerca di consigli e informazioni utili per scegliere il miglior modello in commercio.

Tra i principali elementi, solitamente valutati per primi, vi sono il tipo di alimentazione e il design, così come le dimensioni e la comodità di spostamento del forno.

 

Tuttavia, ci sono anche altri aspetti non meno importanti da conoscere, che a volte non vengono adeguatamente presi in considerazione, salvo poi ripensarci dopo l’acquisto, magari con un po’ di rammarico.

Del resto il mercato oggi offre numerose soluzioni tra le quali poter scegliere, sempre più performanti, tecnologiche, pratiche e funzionali, proprio per poter rispondere alle diverse esigenze di cottura e di spazio di ciascun cuoco o pizzaiolo amatoriale.

In questa guida andremo, quindi, a vedere quali elementi non possono mancare in un forno da esterno di ultima generazione, così da poter scegliere più facilmente lo strumento migliore che sia in linea con i propri spazi, il proprio stile di vita e le proprie necessità.

 

In questo articolo, in particolare, vedremo:

 

  • Quali sono le modalità di trasmissione del calore
  • Forni da esterno: meglio a legna, a gas o ibridi?
    • Forni a legna da esterno
    • Forni a gas da esterno
    • Forni ibridi da esterno
  • Quali caratteristiche deve avere un buon forno da esterno?
    • Comodità di installazione
    • Giuste dimensioni e corretta capienza della camera di cottura
    • Qualità dei materiali e un’eccellente efficienza termica
    • Elevati standard di sicurezza
    • Estetica e design ricercati
    • Accessori disponibili
  • Quanto costa un forno da esterno?
  • Forni da esterno: tutte le proposte Alfa
    • I forni a legna da esterno Alfa
    • I forni a gas o ibridi firmati Alfa
  • Forno da esterno: cosa sapere prima di comprarne uno

 

 

Quali sono le modalità di trasmissione del calore?

 

A rendere la pizza o qualsiasi altro panificato cotto alla perfezione non è il combustibile, bensì la trasmissione del calore, che può avvenire in tre modi diversi:

 

  1. Per conduzione: tramite il contatto diretto con la teglia o il piano caldo del forno
  2. Per convezione: grazie al movimento dell’aria calda all’interno della camera di cottura
  3. Per irraggiamento: attraverso la fiamma di un forno a legna o a gas e, in misura minore, dai materiali con i quali è realizzata la camera di cottura, come ad esempio le tavelle refrattarie

 

Per cotture sempre perfette simili a quelle di un forno professionale è necessario, quindi, scegliere uno strumento progettato e realizzato per combinare sapientemente questi tre elementi, soprattutto se si vogliono sfornare pizze degne di un ristorante.

Ogni elemento del forno, dalla forma della cupola, alla dimensione della camera di cottura e ai materiali utilizzati, deve poter garantire che temperatura e irraggiamento siano sempre uniformi.

In questo modo è possibile ottenere la massima resa in cottura e il minor consumo di combustibile.

Forma, design e materiali dall’elevata capacità termica, dunque, sono tutte caratteristiche che incidono sulle prestazioni del forno da esterno, in quanto consentono di gestire il calore in modo ottimale.

[/vc_column_text]

Quali sono le modalità di trasmissione del calore?

A rendere la pizza o qualsiasi altro panificato cotto alla perfezione non è il combustibile, bensì la trasmissione del calore, che può avvenire in tre modi diversi:

  1. Per conduzione: tramite il contatto diretto con la teglia o il piano caldo del forno
  2. Per convezione: grazie al movimento dell’aria calda all’interno della camera di cottura
  3. Per irraggiamento: attraverso la fiamma di un forno a legna o a gas e, in misura minore, dai materiali con i quali è realizzata la camera di cottura, come ad esempio le tavelle refrattarie

 

Per cotture sempre perfette simili a quelle di un forno professionale è necessario, quindi, scegliere uno strumento progettato e realizzato per combinare sapientemente questi tre elementi, soprattutto se si vogliono sfornare pizze degne di un ristorante.

Ogni elemento del forno, dalla forma della cupola, alla dimensione della camera di cottura e ai materiali utilizzati, deve poter garantire che temperatura e irraggiamento siano sempre uniformi.

In questo modo è possibile ottenere la massima resa in cottura e il minor consumo di combustibile.

Forma, design e materiali dall’elevata capacità termica, dunque, sono tutte caratteristiche che incidono sulle prestazioni del forno da esterno, in quanto consentono di gestire il calore in modo ottimale.

 

 

Forni da esterno: meglio a legna, a gas o ibridi?

Giardini, terrazzi e balconi possono diventare una piacevole estensione della casa, se arredati con cura e dotati di strumenti pratici e funzionali come i forni da esterno.

Grazie a questi strumenti, infatti, è possibile sfornare gustose pizze, fragranti pagnotte di pane e cucinare un’infinità di pietanze differenti che spaziano dalle verdure agli arrosti fino a deliziosi dolci.

Ogni pietanza, però, necessita di un determinato tipo di cottura e, di conseguenza, di uno strumento che sia quanto più versatile possibile e in grado di raggiungere e mantenere costanti anche le temperature più elevate.

Quando si pensa al forno da giardino, il primo modello che viene in mente è senza dubbio il tradizionale forno a legna, ma non si tratta dell’unica soluzione presente sul mercato.

 

In base al tipo di alimentazione, infatti, possiamo distinguere:

  • Forni a legna
  • Forni a gas
  • Forni ibridi

Ognuna di queste tipologie sfrutta combustibili diversi e, di conseguenza, presenta caratteristiche differenti legate al tipo di alimentazione. Vediamole nel dettaglio.

 

Forni a legna da esterno

Cotture lente, piatti legati alla tradizione e pizza sfornata da un caldissimo e tradizionale forno a legna. Sono queste le immagini che vengono in mente quando si pensa al classico forno da esterno.

Nella maggior parte dei casi la legna arde direttamente nella camera di cottura e viene spostata a lato del forno per cuocere le diverse pietanze.

 

La fiamma, una volta accesa, scalda la camera per irraggiamento ed il calore viene mantenuto a lungo grazie ai materiali che rivestono la camera di cottura.

La prima accensione del forno a legna non è complicata, basta far sì che la fiamma e, di conseguenza, la temperatura raggiunga i 300° molto lentamente.

Così facendo la struttura del forno e i materiali refrattari hanno il tempo di abituarsi al calore e saranno in grado di offrire ottime cotture.

 

Questa tipologia di forni si presta benissimo alla cottura di pizza, pane, arrosti e lasagne.

Sono diversi i motivi che spingono all’acquisto di un forno a legna da esterno, del resto i pregi di questa tipologia di strumento sono molteplici, basti pensare all’inconfondibile aroma che solo il legno è in grado di donare alle pietanze che richiedono lunghe cotture, come pane e arrosti.

 

In termini economici, la resa calorica del legno, ossia la quantità di calore sviluppata da ogni chilo di combustibile, varia in base al tipo di legna utilizzata e, di conseguenza, anche il prezzo dei diversi legnami è diverso.

Solitamente, quercia e faggio vengono preferiti ad altre piante per alimentare i forni a legna perché, oltre ad una buona resa calorica, riescono a sprigionare un ottimo aroma in cottura che si riflette sul sapore delle diverse pietanze.

 

Di contro, la gestione di un forno a legna può richiedere un po’ più di impegno sia nella gestione della fiamma sia nella fase di pulizia, a causa delle ceneri da dover rimuovere una volta terminato l’utilizzo, quando il forno è ormai freddo.

Infine, per quanto riguarda la manutenzione ordinaria è sufficiente assicurarsi, prima di accendere lo strumento, che la canna fumaria sia libera da qualsiasi oggetto e che i residui della cottura precedente siano stati puliti a dovere.

 

 

Forni a gas da esterno

Non di rado si entra in negozio con l’idea di acquistare un romantico e tradizionale forno a legna, per poi uscire con un modernissimo forno a gas da esterno.

Il motivo è piuttosto semplice: i modelli alimentati a gas riescono a facilitare la gestione del forno e sono facilmente utilizzabili anche da chef e pizzaioli amatoriali alle prime armi.

 

In termini di prestazioni, un forno a gas da esterno, purché frutto di una progettazione accurata e realizzato con materiali di qualità, riesce a raggiungere elevatissime temperature in poco tempo.

Con il modello Dolce vita prodotto da Alfa, ad esempio, è possibile infornare fino a 4 pizze contemporaneamente, mantenendo sempre una temperatura costante intorno ai 500°C, che permette di cuocere l’impasto in 60 secondi circa.

 

La fonte di combustibile può essere un attacco classico del gas o una bombola alimentata a GPL o metano.

Per accendere lo strumento è sufficiente ruotare la manopola, premere il bottone di avvio e regolare la fiamma in base alla temperatura desiderata.

 

Il forno inizierà così a scaldarsi in modo uniforme, grazie ad un bruciatore posto sotto la camera di cottura. Quest’ultima, una volta riscaldata, cuoce le pietanze sia per irraggiamento sia per conduzione tramite la teglia in cui si trovano i diversi alimenti.

Inoltre, alcuni forni a gas sono realizzati con il suolo in pietra refrattaria, questo fa sì che la cottura sia molto simile a quella che si otterrebbe in un classico forno a legna.

 

I vantaggi legati all’acquisto di un forno a gas da esterno sono molteplici:

  • Gestione semplice ed immediata del forno: basta una manopola per effettuare l’accensione e regolare l’intensità della fiamma
  • Alimentazione efficiente: il gas offre un ottimo rapporto fra efficienza calorica e prezzo del combustibile

 

  1. Pulizia facile e veloce: basta semplicemente rimuovere i residui di farina bruciata o di cibo dal piano di cottura, mentre le parti in acciaio possono essere deterse con uno straccio morbido e una soluzione di acqua e sapone
  2. Manutenzione minima: se non si utilizza il forno nei mesi invernali basta pulirlo accuratamente, ingrassare le parti metalliche e sistemarlo al coperto e al riparo dalle intemperie
  3. Comodità di installazione: è sufficiente collegare il forno alla rete domestica o alla bombola, così da non avere vincoli di posizionamento e poter spostare facilmente lo strumento dove si vuole
  4. Resistenza e ottima durata nel tempo: l’assenza di componenti particolarmente fragili rende i forni a gas perfetti per essere collocati all’esterno e affrontare l’esposizione alle diverse intemperie senza per questo subire danneggiamenti

Se da un lato questa tipologia di forno è di facile gestione, dall’altro le manca il fascino del fuoco e l’aroma sprigionato dal legno.

Tuttavia, questo non significa che le pizze sfornate nel forno a gas siano meno gustose rispetto a quelle cotte nel forno a legna. I pochi secondi necessari per cuocere la pizza, infatti, non sono sufficienti a far sì che l’impasto catturi il profumo della legna.

 

Per questo motivo questa tipologia di alimentazione è particolarmente indicata per cucinare carne e verdure, ma anche pizze napoletane o in teglia.

 

 

Forni ibridi da esterno

Per chi vuole godere del fascino e dell’aroma inconfondibile della cottura a legna senza per questo rinunciare alle comodità offerte dal forno a gas, Alfa ha sviluppato e brevettato un kit che consente di coniugare il meglio dei due mondi appena visti.

Grazie al Kit Hybrid, tutti i forni Alfa possono essere alimentati a gas o a legna, ad eccezione del forno portatile in acciaio Nano a causa delle sue dimensioni contenute e ridotte.

Il Kit Hybrid consiste nel posizionare un apposito coperchio sopra il bruciatore a gas, così da proteggerlo dalla fuliggine e dal calore della fiamma sprigionata della legna, e di utilizzare l’apposito paralegna per mantenerla sul lato della camera di cottura.

Il vantaggio di poter disporre di un forno ibrido è legato senza dubbio alla possibilità di poter decidere di volta in volta come cuocere una certa pietanza in base alle esigenze del momento, che potrebbero essere legate alla ricetta da realizzare o alla disponibilità della legna.

[/vc_column][/vc_row]

Vuoi scoprire qual è il forno più adatto alle tue esigenze?

Quali caratteristiche deve avere un buon forno da esterno?

Oltre al tipo di alimentazione, quando ci si appresta a scegliere il migliore forno da esterno bisogna tenere in considerazione anche delle proprie particolari necessità e abitudini in cucina.

Ad esempio: c’è chi ha bisogno di sfornare più pizze contemporaneamente, chi ha problemi legati allo spazio, chi privilegia la comodità di spostamento e chi desidera una soluzione in grado di adattarsi al proprio stile di arredo outdoor.

 

Quindi, cosa è necessario sapere prima di comprare un forno da esterno?

Durante la scelta del nuovo strumento di cottura, è sempre bene avere le idee chiare sul tipo di utilizzo che si intende fare del forno e sul luogo dove questo andrà collocato.

 

Sicuramente, però, ci sono alcuni elementi che influiscono sulla qualità del forno e, di conseguenza, si riflettono sulle prestazioni che il modello scelto offrirà sia nell’immediato sia in futuro.

Prima di effettuare l’acquisto, quindi, andrebbero prese in considerazione caratteristiche come:

  • La comodità di installazione
  • Le dimensioni del forno e la capienza della camera di cottura
  • La qualità dei materiali e l’efficienza termica
  • Il grado di sicurezza offerto
  • L’estetica e il design del forno outdoor
  • La gamma degli accessori disponibili

 

Vediamole una ad una.

 

Comodità di installazione

I moderni forni da esterno possono essere installati con estrema facilità, senza i fastidiosi lavori di muratura richiesti da soluzioni più tradizionali, come i vecchi forni a legna che spesso si trovano ancora nelle case di campagna.

 

Non necessariamente bisogna disporre di ampi giardini o terrazzi per poter sfruttare un

forno da esterno, esistono sul mercato soluzioni come 5 Minuti di Alfa, che può essere comodamente installato sul balcone e, in caso di necessità, può facilmente essere spostato grazie alle sue pratiche ruote.

 

Come abbiamo visto, il tipo di alimentazione influisce sul tipo di installazione. Per quanto riguarda i forni a gas, è possibile posizionarli in prossimità delle tubature del metano già presenti in casa ottenendo così una soluzione fissa, oppure scegliere un modello mobile che sfrutta la bombola di gas.

Ad esempio, una soluzione che facilita l’installazione è quella che vede la cucina interna che si affaccia direttamente sul giardino: in questo caso, infatti, è possibile sfruttare il muro in cui passano le tubature per collegare anche il forno esterno.

 

Se, invece, si preferisce avere la comodità di poter spostare il proprio forno, è possibile collegare lo strumento ad una bombola così da non avere più nessun vincolo di posizionamento.

 

Per quanto riguarda l’installazione dei forni a legna da esterno, invece, è sufficiente solo disporre di una solida base d’appoggio dal momento che non sono necessari lavori di muratura, a meno che non si voglia creare una cucina da esterno fissa.

Ad esempio, i forni Alfa sono praticamente pronti all’uso: basta toglierli dall’imballo di protezione e posizionarli dove si preferisce in giardino o in terrazzo senza preoccuparsi di nulla, i fumi infatti vengono gestiti grazie ad una piccola canna fumaria fornita in dotazione.

 

Come per i modelli a gas, quindi, esistono anche i forni a legna mobili, che non hanno alcun vincolo di installazione.

Queste soluzioni si rivelano particolarmente utili per chi non vuole una postazione fissa ma desidera libertà di movimento.

 

Giuste dimensioni e corretta capienza della camera di cottura

Le soluzioni più moderne non solo occupano poco spazio, così da poter risparmiare centimetri preziosi, ma sono anche leggere e dotate di basi studiate appositamente per riporre la legna ed essere spostate facilmente da un angolo all’altro del giardino.

Soprattutto per chi vive in contesti urbani, quello dello spazio potrebbe essere un dettaglio importante da prendere in considerazione quando si sceglie un forno da esterno.

Il modello migliore, infatti, sarà quello che riesce a coniugare la giusta dimensione della camera di cottura, che dipende dal numero di persone per il quale si intende cucinare, e lo spazio che si ha a disposizione in giardino, terrazzo o balcone.

 

Non necessariamente scegliere il forno più grande rappresenta la soluzione migliore: questa tipologia di forni, infatti, richiede più tempo e più carburante per poter raggiungere e mantenere la temperatura desiderata.

Senza considerare che nel caso di un’alimentazione a legna si dovrà disporre di un po’ di esperienza in più sia per gestire il fuoco sia per cuocere un grande numero di pizze o, più in generale, di pietanze.

 

Ecco perché nello scegliere la giusta dimensione è importante individuare:

  • Il tipo di utilizzo che si intende fare del forno
  • Per quante persone si cucina di solito
  • Quanto spazio può essere destinato all’ingombro dello strumento

 

Del resto sul mercato esistono molteplici soluzioni: basti pensare al compatto quanto efficiente Nano di Alfa che, pur avendo dimensioni ridotte e un peso di soli 50 Kg, riesce a raggiungere 500°C in soli 10 minuti e a cuocere perfettamente una pizza in 90 secondi.

 

Qualità dei materiali e un’eccellente efficienza termica

La qualità di un forno si riconosce principalmente attraverso alcune caratteristiche come: durata nel tempo; risultato di cottura; grado di sicurezza offerto; consumo di combustibile.

I materiali utilizzati per la costruzione del forno e le tecniche costruttive garantiscono il massimo livello qualitativo e la giusta protezione dall’usura.

 

Alfa realizza forni da esterno dalle grandi prestazioni termiche grazie:

  • Alla qualità dei materiali impiegati
  • Alle componenti realizzate interamente in Italia
  • Ai continui investimenti in ricerca e sviluppo che gli consentono di innovare di anno in anno, migliorando le performance dei propri prodotti

 

Basti pensare alla tecnologia Forninox™ che consente di ottenere ottimi risultati nel forno a legna di casa con la massima efficienza energetica e consumi ridotti, senza dover rinunciare alle alte temperature necessarie per cuocere la pizza.

I forni a legna realizzati con questo brevetto, sono dotati di una cupola rivestita da uno strato composto da diversi tipi di acciaio che unita alla platea in pietra refrattaria, consente di trattenere il calore all’interno della camera di cottura.

 

Inoltre, arrivando velocemente a temperatura si risparmia sia il tempo sia la quantità di legna necessaria per scaldare il forno. Basti pensare che questa tipologia di forni raggiunge i 450°C in poche decine di minuti.

Oltre a migliorare l’efficienza termica, la tecnologia Forninox™ consente di realizzare forni più leggeri, un dettaglio che ha reso possibile lo sviluppo delle basi mobili particolarmente utili per spostare il forno dove si desidera.

 

Per migliorare l’efficienza termica dei propri forni a legna da giardino Alfa ha brevettato anche una seconda tecnologia chiamata: Flue system™.

Questa innovazione consiste nel far rallentare l’uscita dei fumi dalla camera di combustione in modo tale che riescano a rilasciare tutto il loro calore. In questo modo si sfrutta tutto il calore sprigionato dalla legna evitando inutili dispersioni.

Grazie a questa soluzione è possibile ottimizzare le prestazioni termiche del forno sia perché quest’ultimo si scalda in tempi più rapidi sia perché necessita di una minor quantità di legna per salire di temperatura.

 

Elevati standard di sicurezza

Spesso si tende a preferire ai forni a gas altri tipi di alimentazione perché si pensa che siano più sicuri e affidabili, eppure non è così.

Se è vero che le fughe di gas, seppur molto rare, sono possibili, è anche vero che un forno a gas da esterno di qualità dovrebbe essere progettato tenendo conto di questa eventualità e disporre di dispositivi di sicurezza utili a salvaguardare le persone che lo utilizzano.

 

Anche se all’aperto il rischio di inalare grandi quantitativi di gas è ridotto al minimo, dal momento che in caso di guasto il gas verrebbe disperso nell’aria, è sempre bene acquistare uno strumento dotato di meccanismi di protezione in grado di attivarsi subito in caso di pericolo.

Tutti i forni a gas Alfa rispondono ad elevati standard di sicurezza grazie alla continua ricerca e alle innovazioni implementate, ma anche ai numerosi test ai quali vengono sottoposti i diversi componenti prima di essere installati.

Oltre ad utilizzare materiali di qualità per ogni più piccolo elemento, Alfa installa un bruciatore brevettato studiato appositamente per coniugare elevate prestazioni in termini di cottura e di sicurezza.

 

Questa componente si differenzia dagli altri bruciatori presenti sul mercato perché è dotata di due particolari dispositivi che lavorando in sinergia rendono l’utilizzo del forno a gas più che sicuro:

  • La fiamma pilota: una piccolissima fiammella che si trova nel bruciatore del forno, utile ad evitare che il gas si accumuli all’interno della camera di cottura.
  • La termocoppia: un sensore di temperatura in grado di rilevare la presenza della fiamma nel forno. Qualora non dovesse esserci la fiamma accesa e si girasse inavvertitamente la manopola del gas, la termocoppia interverrebbe per impedire al gas di uscire, evitando così pericolose perdite.

 

Quando si sceglie il forno da esterno, dunque, è sempre bene non sottovalutare il fattore legato alla sicurezza e verificare sempre le specifiche tecniche del forno che si sta acquistando, per poter sfornare pizze napoletane e manicaretti in totale tranquillità.

 

Estetica e il design ricercati

La caratteristica forma della calotta dei forni a legna da esterno non è solo un vezzo estetico, ma determina anche l’elevata capacità termica di questi strumenti e le loro prestazioni di cottura.

Eppure le linee morbide e senza tempo della cupola unite ad una struttura in acciaio dal carattere più contemporaneo riescono a fare dei forni da giardino un elemento di design che ben si presta ad essere inserito in diversi contesti.

 

Accessori e strumenti di cottura, se ben selezionati, riescono a trasformare giardini e terrazzi in prolungamenti della casa da vivere nel corso dell’intera giornata e da condividere con i propri ospiti.

I forni Alfa sono pensati per avere uno stile minimale e pulito che riesce a regalare eleganza all’ambiente grazie alle linee essenziali e alla cura per ogni minimo dettaglio.

 

L’attenzione al design rende i forni da esterno Alfa perfetti sia per gli ambienti caratterizzati da un’impronta più classica sia per quelli più moderni, riuscendo sempre a catturare lo sguardo e a valorizzare il lavoro di chi li utilizza.

Quest’ultima caratteristica li rende particolarmente adatti per tutti i pizzaioli amatoriali che si dilettano ad organizzare delle serate di show cooking in casa per intrattenere gli ospiti prima di gustare le pizze appena sfornate.

 

Accessori disponibili

Un equipaggiamento ben studiato del forno e il numero di accessori optional, che possono essere acquistati in un secondo momento, possono senza dubbio facilitare l’utilizzo dello strumento e consentire la preparazione di innumerevoli piatti.

Per sfornare una pizza come quella del ristorante, infatti, non basta solo il forno a legna da esterno, ma servono anche gli accessori giusti.

Anche in questo caso è utile avere ben chiaro il tipo di utilizzo che si intende fare del forno prima dell’acquisto: ad esempio, chi cuoce per lo più arrosti e timballi avrà sicuramente esigenze diverse rispetto a chi sforna pane e pizze tutte le settimane.

 

Per questo motivo, Alfa ha pensato ad un’ampia gamma di accessori, tutti rigorosamente Made in Italy, per poter sfruttare al massimo il proprio forno da giardino.

Dalle pale per pizza al copriforno, dal tavolo multifunzione ai kit per gustare degli ottimi BBQ, nulla è lasciato al caso, così da poter assaporare ottimi lievitati o grigliare alla perfezione carne, pesce e verdure.

Quanto costa un forno da esterno?

Sul mercato sono disponibili numerose proposte che variano da azienda ad azienda e in base alle necessità di chi acquista il forno. In linea di massima si può dire che per acquistare un forno di buona qualità occorre spendere una cifra che si aggira intorno ai 1.000 euro.

In una fascia di prezzo intermedia compresa tra i 1.200 e 2.000 euro è possibile trovare delle buone soluzioni che riescono a coniugare efficienza termica, costanza delle prestazioni e qualità dei materiali.

Con cifre superiori ai 2.000 euro si possono acquistare forni da esterno top di gamma in grado di offrire prestazioni paragonabili a quelle dei forni professionali e un design particolarmente ricercato.

 

In generale, il prezzo di un forno da esterno dipende da diversi fattori, tra cui:

  • La qualità dei materiali utilizzati
  • La tecnologia implementata
  • La cura e la ricerca del design
  • La grandezza della camera di cottura
  • Gli accessori in dotazione

Se si acquista un prodotto italiano di qualità, pur spendendo una cifra un po’ più alta nell’immediato, si ha la sicurezza di poter utilizzare uno strumento affidabile e dalle prestazioni elevate, nonché di aver fatto un investimento in grado di ripagarsi nel tempo.

 

 

Forni da esterno: tutte le proposte Alfa

Abbiamo visto quali sono le principali caratteristiche dei forni da esterno da prendere in considerazione in fase di acquisto, ma quali sono le diverse proposte Alfa e, soprattutto, quali sono le peculiarità che le contraddistinguono?

La linea di forni domestici Alfa comprende otto modelli pensati per andare incontro alle esigenze di ognuno in termini di alimentazione, spazio a disposizione, design e budget.

 

In base al tipo di alimentazione utilizzato è possibile trovare:

  • Forni a legna da esterno
  • Forni a gas o ibridi da esterno

 

Vediamoli nel dettaglio.

 

I forni a legna da esterno Alfa

Tutti i forni a legna Alfa sono accomunati dalle elevate prestazioni di cottura e di efficienza termica, a variare sono solamente le dimensioni, i colori e lo stile.

 

Tutte le proposte possono essere acquistate in tre differenti versioni:

  • Top: prevede solo il forno che dovrà poi essere appoggiato su un piano
  • Top e tavolo: il forno viene venduto insieme al tavolo multifunzione per pizza Alfa
  • Top e base: il forno è supportato dalla propria base creata su misura e dotata di ruote

 

I modelli alimentati a legna sono quattro. Partendo dal più grande abbiamo:

  • Allegro: cuoce fino a cinque pizze contemporaneamente, per le sue dimensioni e le sue caratteristiche tecniche è molto simile ad un forno professionale
  • 4 pizze: un forno a legna da giardino che può cuocere fino a quattro pizze in 90 secondi
  • Ciao: maneggevole e leggero questo modello riesce a cuocere due pizze nella stessa infornata ed è perfetto per cucinare anche pane, arrosti e grigliate
  • 5 Minuti: come abbiamo già visto è una soluzione compatta, perfetta anche per chi dispone di poco spazio e riesce a cuocere due pizze per volta

 

Vediamo ora i modelli della gamma Alfa alimentati a gas o ibridi.

 

I forni a gas o ibridi da esterno firmati Alfa

Nella linea dei forni pensati per chef e pizzaioli amatoriali, Alfa propone anche comode soluzioni che possono funzionare a gas o in modo ibrido, grazie all’apposito Kit Hybrid che permette di scegliere di volta in volta quale combustibile utilizzare, e sono:

  • Brio: veloce nel riscaldarsi questo modello è dotato del brevetto Alfa Flue System™, che gli consente di incamerare calore senza disperderlo, e riesce a cuocere tre pizze contemporaneamente
  • Dolce Vita: la soluzione ibrida ideale per chi vuole cuocere fino a quattro pizze nello stesso momento
  • Stone Oven: il forno da due pizze ibrido, dal design completamente in acciaio, perfetto per cuocere ogni tipo di pietanza, dalla pizza alla carne, dalle verdure ai dolci.

 

 

Forno da esterno: cosa sapere prima di comprarne uno

Siamo arrivati al termine della nostra guida dove abbiamo analizzato le diverse tipologie di forni da esterno e le caratteristiche principali da prendere in considerazione per poter scegliere il forno più adatto alle proprie esigenze.

Tra le diverse soluzioni presenti sul mercato, Alfa propone una vasta gamma di forni da giardino sempre più efficienti, precisi nella cottura, versatili e pratici da mantenere e pulire.

Tutti i modelli sono pronti per essere utilizzati e non richiedono particolari lavori di muratura per l’installazione, così da lasciare a cuochi e pizzaioli amatoriali solo il piacere e il divertimento di iniziare a grigliare, arrostire e cucinare pietanze sempre diverse.

Scopri le novità del momento

Scarica il catalogo

Hai un progetto?

Richiedi un preventivo